back to » Centrale

Sardegna: Capo Testa

Sardegna: Capo Testa Sardegna: Capo Testa Antonietta Mazzilli
(6 Voti)

Capo Testa, sormontato nella sua parte NW dall’omonimo faro, costituisce l’ingresso a SW delle Bocche di Bonifacio.

E’ costituito da una piccola e tozza penisola caratterizzata da rocce di granito chiare.

Avvicinamento, pericoli.

Nel doppiare Capo Testa, tenere presente che dei bassi fondali rocciosi fuoriescono dalla sua costa W e SW, quindi mantenersi abbondantemente al largo.

capo testa 2 dal mare

Un istmo collega la penisola di Capo Testa con la costa sarda.

A N e a S di questo istmo si trovano due ancoraggi piacevoli che offrono due buoni ridossi: quello a N dell’istmo è Santa Reparata, quello a S è La Colba.

 capo testa 3 generale earth

La seguente fotografia mostra le due cale viste da E.

 

Descriviamo nel dettaglio questi due ancoraggi tenendo presente, nel decidersi di sostare qui, che comunque essi sono posti all’ingresso delle Bocche di Bonifacio e che i venti, soprattutto di NW e di NE, possono essere soggetti a dei rinforzi molto sostenuti, quindi predisporre l’ancoraggio in modo particolarmente attento ed adeguato, eventualmente filando una seconda ancora, non appena lo si ritenga necessario.

capo testa 5 dettaglio earth

Santa Reparata

In avvicinamento tenersi lontani dalla riva W della rada, per la presenza di rocce.

capo testa 6 santa reparata ingressso

La rada di Santa Reparata è ben ridossata da venti di S, SW e SE ma è aperta a venti di N e NE.

Dare ancora in 6-8 metri, fondo di sabbia e alghe, non ovunque buon tenitore, a circa 200 m dalla riva W.

Verificare con cura la tenuta dell’ancora.

Le seguenti foto mostrano l’ancoraggio di Santa Reparata.

capo testa 7 santa reparata ancoraggio

Sulla riva W della rada si notano diverse costruzioni e alcune spiagge attrezzate. Una fila di galleggianti delimita l’area riservata alla balneazione.

capo testa 8 santa reparata

Ancoraggio della Colba

L’avvicinamento è diretto e non presenta problemi: mantenere una rotta NNE verso la spiaggia.La rada è esposta ai venti di W, SW e S.

Offre invece un buon ridosso per i venti di NW, N, NE.

E’ possibile calare l’ancora su circa 4 metri di sabbia chiara a WSW di un gruppo di case bianche oppure su 5-6 metri di alghe di fronte alla spiaggia, a circa 200 metri dalla costa.

Il fondale è generalmente buon tenitore, ma verificare bene la tenuta dell’ancora.

Le seguenti foto mostrano l’ancoraggio della Colba, visto dalla spiaggia.

capo testa 9 la colba

 capo testa 10 la colba

L’ultima volta che abbiamo sostato a Capo Testa (Santa Reparata), con un SW teso, viste le previsioni poco rassicuranti per le giornate successive e avendo programmato la risalita in Liguria, siamo partiti nel primo pomeriggio alla volta della rada della Rondinara, in Corsica, che abbiamo raggiunto in serata con una navigazione a vela piuttosto “sportiva”!

La seguente fotografia mostra la partenza dalla rada di Santa Reparata.

capo testa 11 partenza

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 3832 volte