back to » Centrale

Isola di San Pietro - Ancoraggio di Golfo del Becco

Golfo del Becco Golfo del Becco Maurizia Novelli
(0 Voti)

Lungo la costa sudoccidentale dell’Isola di San Pietro, immediatamente a N dell’insenatura di La Caletta, si apre il Golfo del Becco, con le sue erte pareti di roccia scura che precipitano in un mare incontaminato e cristallino.

Il paesaggio che si apre allo sguardo, appena doppiata Punta dei Cannoni è austero e imponente e lascia ammirati e quasi intimoriti per la sua bellezza selvaggia, che colpisce ancor di più se si fa il paragone con l’ancoraggio affollato e rumoroso della vicina Caletta.

golfo del becco 2 generale earth

Il Golfo del Becco si trova sulla parte diametralmente opposta dell’Isola di San Pietro rispetto al Porto di Carloforte, dal quale dista poco più di 7 miglia (navigando percorrendo le coste dell’isola in senso orario).

golfo del becco 3 generale earth

Delimitato a N da Punta Caporosso e a S da Punta dei Cannoni, è un’ampia insenatura orlata ad E da scogliere imponenti ed erte, alla base delle quali si aprono delle minuscole e inospitali spiaggette di grossi ciottoli.

Lungo la costa N del golfo si distingue Capo Sandalo sormontato dal faro omonimo (cospicuo) e un gruppo di case isolate che dominano la scogliera.

golfo del becco 4 costa N

 

Avvicinamento, pericoli

Evitare di avvicinarsi troppo alla riva E dalla quale sporgono non solo gli Scogli delle Spighe a poca distanza da terra, ma anche diversi scoglietti parecchio insidiosi distanti dalla riva, che si identificano con difficoltà.

La seguente fotografia ritrae sullo sfondo gli Scogli delle Spighe e uno scoglietto poco visibile che ho evidenziato con un ovale rosso.

golfo del becco 5 scogli spighe

Anche da Punta dei Laggioni sporgono bassi fondali rocciosi.

Ho indicato approssimativamente in rosso la posizione di tali pericoli sulla seguente immagine dal satellite

Ancoraggio

golfo del becco 6 dettaglio earth

Ancorare immediatamente a N di Punta dei Cannoni, mantenendosi a debita distanza dalla scogliera, su una ampia sacca di sabbia, e su una profondità di 8-10 metri, nella posizione che ho indicato con il simbolo dell’ancora nella precedente immagine.

Si tratta di un ancoraggio sorprendentemente comodo e poco frequentato, ridossato da NE, E e SE,

Le due piccole calette comprese tra Punta Laggioni e Punta dei Cannoni hanno fondi rocciosi e non si prestano a scendere a terra, anche con un eventuale quattrozampe.

A terra nessun servizio.

Manca la copertura per telefoni e internet.

La seguente fotografia è stata scattata all’arrivo all’ancoraggio.

golfo del becco 7 avvicinamento

 Come ho già detto prima, questo ancoraggio non è molto frequentato, e molto spesso ci si ritrova completamente da soli.

golfo del becco 8 ancoraggio

All'estremità N del Golfo del Becco, immediatamente ad E di Punta Capodolio, si può trovare un ridosso da maestrale moderato.

Si tratta di un ancoraggio esclusivamente diurno e da tempo comunque buono da utilizzare con cautela a causa della presenza di grossi massi sul fondo. Si consiglia l’uso di un grippiale.

Ho indicato la posizione di tale ancoraggio con una mezza ancora su di una precedente immagine dal satellite.

La seguente fotografia ritrae appunto tale ancoraggio.

golfo del becco 9 ancoraggio nord

Con vento di scirocco è possibile ancorare a Cala Vinagra (costa NW dell’Isola di San Pietro) oppure a Cala Grande sull’Isola di Sant’Antioco oppure anche a Cala Domestica.

Sono anche riparati da scirocco Porto Pinetto, Piscinni e Perdalonga (Golfo Malfatano).

 

Con maestrale si consiglia di ancorare ai Guidi sull’Isola di San Pietro, a Porto Torre Cannai sull’Isola di Sant’Antioco.

Se si preferisce, entrare nel porto di Carloforte.

 

 

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 239 volte