back to » Centrale

Isola di Procida

Isola di Procida Isola di Procida Maurizia Novelli
(1 Vota)

Quando, nei nostri trasferimenti verso il  Sud Italia, ci capita di passare a Procida, cerchiamo di programmare una sosta nella rada di Corricella, un piccolo borgo di pescatori in cui è stato girato il famoso film “Il postino” con Massimo Troisi.

L'avvicinamento al villaggio, con le sue case dai delicati colori pastello arrampicate sulla collina, è sempre un momento di grande suggestione e questo irrinunciabile scalo è, secondo noi, uno dei più pittoreschi del Tirreno.

Le isole di Procida, Ischia e l'isolotto di Vivara fanno parte dell'arcipelago delle isole Flegree.

procida 2 arcipelago earth

Avvicinamento, pericoli

procida 3 generale earth

Il Canale di Ischia separa Procida da Ischia : prestare attenzione alla Secca di Vivara posta a WNW dell'isolotto di Vivara e segnalata da una meda cardinale W.

Il Canale di Procida, invece, separa Procida dalla terraferma: nel centro del Canale di Procida e verso N vi sono diverse secche e scogli affioranti, la più centrale delle quali è la Secca del Torrione coperta da 4-6 m di acqua e segnalata da una meda cardinale S.

Provenendo da SW si incontra prima di tutto l'isolotto di Vivara, collegato a Procida da un ponte, che si distingue facilmente.

Immediatamente ad E di del ponte si individua l'ingresso del porticciolo turistico di Chiaiolella.

procida 4 avvicinamento

Procedendo verso E si individua facilmente il borgo di Corricella ed il castello che lo sovrasta è cospicuo.

procida 5 avvicinamento

Ancoraggi

Ancoraggio dell’Isolotto di Vivara

L'insenatura che separa Vivara da Procida può essere utilizzata come ancoraggio: il ridosso è buono per venti del settore nord occidentale, anche se tende ad insinuarsi un po’ di risacca e il sito non è particolarmente suggestivo.

Sinceramente noi preferiamo di gran lunga ancorare nella rada di Corricella, ben più piacevole come paesaggio.

La tenuta dell’ancora può essere compromessa dalla presenza di estese chiazze di alghe. Verificare con cura che l’ancora abbia agguantato.

Inoltre da qualche anno è stata istituita l’Area Marina Protetta Regno di Nettuno, che interessa le isole di Ischia e Procida e che ho descritto di seguito, alla fine dell’articolo.

In base a tale normativa non è chiaro se, attualmente, è ancora consentito l’ancoraggio nell’insenatura ad E di Vivara.

Per maggiore sicurezza conviene chiedere informazioni all’ente gestore tel 081 12445300.

Rada di Corricella

procida 6 corricella earth

Se si proviene da N, mantenersi a più di 200 m dal versante E e arrotondare bene Punta dei Monaci prima di entrare nella rada di Corricella.

Nella parte centrale dell'insenatura prestare attenzione ad un basso fondale di 3 m che sporge abbondantemente dalla riva.

Una diga di massi delimita un porticciolo totalmente dedicato a piccole imbarcazioni locali.

Dare ancora di fronte alla diga su 6-7 m di fondo di alghe e sabbia. L'ancoraggio costituisce un buon ridosso dai venti di NW, N e un parziale ridosso da quelli di NE.

Con il tender è possibile entrare nel porticciolo per scendere a terra.

In teoria anche questo ancoraggio dovrebbe essere compreso nella zona B dell’area marina protetta Regno di Nettuno, ma le barche all’ancora sono sempre numerosissime e, nelle nostre frequenti soste in questa rada, non mi sono mai accorta che ci fosse alcuna regolamentazione per l’ancoraggio.

procida 7 corricella

La seguente fotografia mostra il porticciolo di Corricella e l'ancoraggio visti dall'alto.

procida 8 ancoraggio

Affacciati sul porticciolo ci sono diversi ristoranti.

Noi non rinunciamo mai ad andare a cena al ristorante Gorgonia, cucina curata, buoni piatti a base di pesce fresco, da provare l'insalata di limoni.

Praticamente indispensabile prenotare in anticipo (tel. 081 8101060).

A terra ci sono pochissimi negozi per la spesa ( e poco forniti).

Però con una camminata di circa un quarto d'ora si arriva al paese di Procida dove si possono trovare negozi per una spesa completa, pescheria compresa.

Praticamente inesistenti i bidoni per la raccolta rifiuti, in quanto il comune di Procida effettua la raccolta porta a porta.

Quindi buttare la spazzatura a Procida è impossibile.

L'acqua del mare non è né limpida né pulita (come praticamente ovunque nel Golfo di Napoli).

L'unico modo di fare un bagno accettabile è di andare in tender nella parte SW dell'insenatura di fronte alla spiaggia di Chiaia, addossati alla bella parete rocciosa che delimita l'insenatura.

procida 9 bagno

Anche di fronte alla spiaggia di Chiaia, ossia nell'estremità più a SW della rada di Corricella, è possibile ancorare.

In questo punto si è anche parzialmente ridossati da venti moderati di SW.

Dare fondo su 5-6 m, fondo di sabbia e alghe.

Questo ancoraggio probabilmente è molto meno disturbato dalle imbarcazioni che entrano ed escono dal porticciolo, ma è più scomodo per scendere a terra.

Porto di Chiaiolella

Il piccolo porto turistico di Chaiolella è protetto da due moli che chiudono quella che era un'ansa naturale.

procida 10 chiaiolella earth

Il paesino di Chiaiolella è molto grazioso e questo scalo è piacevole, ma molto frequentato, quindi in estate è praticamente indispensabile prenotare l'ormeggio.

Il pontile di ponente è gestito da Yachting Santa Margherita Tel +39 081 8968074  oppure +39 3397580817  VHF Ch 9.

Il pontile di levante è gestito da Procida Yachting club Tel +39 081 8101481 VHF Ch 11.

Servizi

Assistenza all'ormeggio, corpi morti rimandati in banchina, colonnine di acqua e corrente elettrica, servizi igienici, docce, ritiro rifiuti.

Per ulteriori informazioni vai al sito oppure  vai al sito.

Distributore in banchina, ma attenzione  al pescaggio, perché non c'è molto fondo. Noi avevamo fatto un parziale rifornimento di gasolio utilizzando le taniche.

Qualche ristorante affacciato sul porto.

Una lunga spiaggia alle spalle del porticciolo, molto frequentata, è raggiungibile a piedi in pochi minuti.

Vicinissima al porto è anche la fermate del bus che porta a Procida.

Marina di Procida

procida 11 marina earth

Il Marina di Procida è situato immediatamente ad E del porto commerciale di fronte al borgo di Procida.

In estate è opportuno prenotare l'ormeggio.

Tel  +39 0818969668 oppure +39 3358203636, VHF Ch 6.

procida 12 marina 

Servizi

Assistenza all'ormeggio, corpi morti rimandati in banchina, colonnine di acqua e corrente elettrica, servizi igienici, docce, ritiro rifiuti.

Distributore in testa del molo di sottoflutto.

Per maggiori informazioni vai al sito.

Tel. +39 0818969668 oppure +39 335 8203636 VHF Ch 6

Il borgo di Procida è piacevole e vi si possono trovare sia negozi per una spesa completa (pescheria compresa), che bar e ristoranti.

procida 13 porto

procida 14 paese 

Se ci si ferma qui è comunque consigliabile di fare una passeggiata fino a Corricella (che dista circa un quarto d'ora a piedi).

Area marina protetta Regno di Nettuno

L'area Marina Regno di Nettuno, interessa le isole di Ischia, Procida e Vivara.

La regolamentazione è piuttosto complicata.

In generale è vietato l'uso di moto d'acqua, è vietato lo sci nautico e non è consentito lo scarico a mare delle acque nere , di qualsiasi sostanza inquinante né la discarica di qualunque rifiuto solido o liquido e sono regolamentati la navigazione e ancoraggio.

Per sapere quali sono le attività vietate e consentite nelle varie zone, andare al sito e cliccare su LA MAPPA.

Di fatto le boe di segnalazione e delimitazione dell'area protetta, al momento in cui scrivo, mancano del tutto, l'acqua è piuttosto sporca e galleggiano rifiuti, e questo indipendentemente dalla presenza o  meno di imbarcazioni.

Tutto ciò fa infatti pensare a un cattivo funzionamento dei depuratori, ammesso e non concesso che esistano.

Motoscafi e gommoni sfrecciano numerosi, ignorando del tutto le norme di sicurezza, di buon senso e di buona educazione.

Il mare finisce molto spesso per ribollire non tanto a causa di vento o brezze, quanto piuttosto per il passaggio continuo di imbarcazioni a motore. Spesso si calma solo di sera quando le barche a motore abbandonano la rada.

Soprattutto di sabato e domenica la situazione diventa veramente fastidiosa: la seguente fotografia è stata scattata un sabato di fine giugno: le onde che si possono notare sono provocate non dal vento (il giorno ,in cui l'ho scattata c'era un SE molto debole di massimo 5 nodi), bensì dal movimento incessante di numerosissime imbarcazioni a motore.

Per non parlare, infine, dell'uso scorretto che si fa del canale di soccorso VHF ch 16, in tutta la zona del Golfo di Napoli.

procida 15 ancoraggio scomodo

L'impressione che se ne ricava è che, per adesso, l'area protetta esista solo nelle intenzioni di chi l'ha istituita e che non venga fatta rispettare

Va detto, infine, che questa situazione di navigazione disordinata e fastidiosa riguarda anche le isole di Ischia e di Capri e la Costiera Amalfitana.

Tuttavia, nonostante questi inconvenienti, queste zone sono suggestive e molto particolari e offrono scali indimenticabili.

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 1606 volte