back to » Centrale

Giraglia Finocchiarola

Giraglia Finocchiarola Giraglia Finocchiarola Maurizia Novelli
(0 Voti)

Capo Corso, ossia la lunga penisola che costituisce l'estremità NE della Corsica, è uno dei punti che classicamente costituiscono l'arrivo delle imbarcazioni che attraversano il Mar Ligure per arrivare in Corsica.

Provenendo da N, avvistare l'isolotto della Giraglia sormontato dal suo faro, posto a N di Capo Corso, per me è sempre una grande emozione: infatti significa che la traversata è terminata e si è quasi giunti alla destinazione...

giraglia finocchiarola 2 giraglia

Una volta doppiata la Giraglia, prima di arrivare al Porto di Macinaggio si incontrano alcune rade di una bellezza solitaria e selvaggia dove davvero merita sostare, a patto ovviamente che il meteo lo consenta.

Infatti la zona di Capo Corso è spesso sferzata da violenti venti da N , NW e NE che rendono molto difficile la navigazione in questa zona e impraticabili alcune rade che si trovano tra Barcaggio e il porto di Macinaggio.

giraglia finocchiarola 3 santa maria

Rada di Santa Maria

Se si ha la fortuna di giungere in questa zona con deboli venti di SW, ma anche di SSE, una sosta alla rada si Santa Maria è assolutamente da non perdere...

La rada si riconosce facilmente per la presenza sulla spiaggia di una torre in rovina e per una piccola chiesetta di colore chiaro.

giraglia finocchiarola 4 santa maria capandola earth

Ancorare  su 6-7 metri su fondo di sabbia con qualche alga. L'acqua è molto trasparente quindi si riesce a riconoscere facilmente le zone di sabbia sulle quali è più conveniente ancorare.

Ridossata da W e da venti deboli di S e SE, può essere leggermente e sporadicamente disturbata dalle onde delle navi e dei traghetti che passano

numerosi nelle vicinanze di Capo Corso.

giraglia finocchiarola 5 santa maria

Scendendo a terra con il tender si scopre un ambiente solitario e di una bellezza incontaminata e selvatica.

Il tender lo si può comodamente lasciare a riva, su di una spiaggetta riparata da un piccolo molo diroccato accanto alla torre in rovina.

Un sentiero costiero molto ben segnato consente di fare una bella passeggiata da un lato fino all'isolotto Finocchiarola e dall'altro di costeggiare la riva alla scoperta di Baia Capandola (immediatamente più a N di Santa Maria).

Proseguendo oltre Capandola si può arrivare fino alla Giraglia e alla spiaggia di Barcaggio.

In tal caso si consiglia di portare scarpe adeguate e una bottiglia d'acqua da bere.

giraglia finocchiarola 6 santa maria

Lungo il sentiero si può incontrare qualche turista armato di scarponi che arriva da Macinaggio a piedi e che condivide la passeggiata con qualche mucca al pascolo che bruca la macchia mediterranea.

giraglia finocchiarola 7 santa maria

Isole Finocchiarola

Immediatamente a SE della rada di Santa Maria si incontrano tre isolotti, il più grande dei quali si chiama Finocchiarola (deve il suo nome agli arbusti di finocchio selvatico che vi crescono).

L'isola è una riserva naturale protetta ed è vietato ancorare a meno di 200 m dalla riva.

Non si può scendere alle isolette nemmeno a nuoto. La capitaneria controlla e dà la multa.

giraglia finocchiarola 8 earth

L'insenatura a S degli isolotti costituisce un altro suggestivo ancoraggio ridossato da venti moderati occidentali

Ancorare su 5-7 m su fondo di sabbia chiara.

giraglia finocchiarola 9

Se si scende alla spiaggia dell'insenatura con il tender, fare molta attenzione alle onde inaspettate provocate dal passaggio al largo delle grandi navi, quindi portare il canotto ben all'interno del bagnasciuga oppure ancorarlo ben al largo dalla riva, per evitare brutte sorprese.

giraglia finocchiarola 10

 

Baia di Tamarone

Tra le isole Finocchiarola e il porto di Macinaggio si apre un' ulteriore insenatura, che ha caratteristiche simili alla rada di Finocchiarola.

giraglia finocchiarola 11 tamarone earth

Ancorare su 6-8 metri di fondo di sabbia con qualche chiazza di alga.

Anche in questo caso cercare di ancorare su sabbia, l'operazione è facilitata dalla trasparenza dell'acqua.

Ridossata da W, è invece totalmente aperta ai venti di E, SE e NE che la rendono ovviamente impraticabile.

In ciascuna delle rade descritte precedentemente non esiste alcun servizio a terra, cosa questa che contribuisce a renderle particolarmente suggestive.

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 12954 volte