back to » Centrale

Gaeta

Gaeta Gaeta Eleonora Tasca
(3 Voti)

Nei nostri trasferimenti verso il Sud Italia ci è capitato spesso di fermarci a Gaeta: la città vecchia è piacevole da visitare e quella nuova offre la possibilità di fare una cambusa completa e stuzzicante, ma quello che più importa è che Gaeta offre un riparo sicuro nel caso in cui le previsioni meteo sconsiglino di fare rotta sulle Isole Pontine.

Infatti, se è vero che con previsioni di maestrale anche la sosta a Ponza può essere comoda e sicura, con previsioni di flussi di SE noi preferiamo di gran lunga fare scalo a Gaeta, dove è possibile sostare sia in porto che alla ruota ed evitare di correre il rischio di trovarsi in difficoltà a Ponza.

Situato a 74 miglia a SW del Porto Turistico di Roma,il Golfo di Gaeta si apre a N della caratteristica e ben riconoscibile Penisola di Gaeta su cui spicca il Monte Orlando, alto 168 metri.

 gaeta 2 avvicinamento

Avvicinamento, pericoli

In avvicinamento alla rada, che è comunque diretto, tener conto che, soprattutto in caso di brezze di NW, all’ingresso della rada il vento tende decisamente a rinforzare, per la conformazione orografica della costa.

gaeta 3 generale earth

Porto di Santa Maria

Tel +39 0771 460100

VHF Ch 16-11

Orario accesso 7-19

Il piccolo porticciolo di Santa Maria, situato di fronte alla città vecchia, subito ad W di Punta dello Stendardo, è più che altro occupato da imbarcazioni locali ed è difficile trovarvi posto (vedi foto apertura dell’articolo).

Ancoraggio

La cosa migliore, secondo noi, è quella di dirigersi verso il molo di Porto S.Antonio, prestando attenzione al fatto che si tratta di zona militare e mantenendosi ben distanti da una serie di grossi “salsicciotti” neri che delimitano la zona dove alcune volte sosta una nave militare americana.

gaeta 4 dettaglio earth

Le ultime volte che siamo passati la nave non c’era, ma comunque ci sono ancora tutti i grossi salsicciotti.

Dare ancora dove indicato sulla precedente immagine del satellite, subito a N dei pontili della Base Nautica Flavio Gioia, su 5-6 metri di acqua, fondo di fango buon tenitore, cercando di mantenersi ben riparati dai salsicciotti.

gaeta 5 ancoraggio

gaeta 6 ancoraggio salsicciotti

 

Alcuni portolani segnalano fondo sporco, ma noi abbiamo ancorato qui molte volte e non ho mai visto nessuna barca avere alcun problema di ancoraggio.

L’ancoraggio è ben ridossato da venti di SW, W, NW e offre anche un riparo accettabile da scirocco.

La seguente fotografia è stata scattata proprio durante una giornata di scirocco: come ben si vede l’ancoraggio in tali condizioni è leggermente disturbato, ma sostenibile, a patto di averne verificato con cura la tenuta.

gaeta 7 ancoraggio scirocco

In presenza di vento di SE è anzi più comodo essere in rada all’ancora piuttosto che ormeggiati ai pontili esterni della Base Nautica perché ai pontili si risente di una fastidiosissima risacca.

Per scendere a terra si può lasciare il tender alla base dei pontili esterni della Base Nautica Flavio Gioia, dove indicato con una freccia gialla sulla precedente immagine dal satellite.

L’ancoraggio è situato in una zona portuale quindi l’acqua è torbida e non consente di fare il bagno.

Base Nautica Flavio Gioia

Tel.+39 0771 464580 oppure +39 0771 311013 oppure +39 0771 462635

Assistenza all’ormeggio +39 320 7525920

VHF Ch 9

gaeta 8 base nautica flavio gioia

Si tratta di un marina perfettamente attrezzato.

Il ridosso ai pontili interni è buono per venti da tutte le direzioni.

La sosta ai pontili esterni può essere scomoda con venti di NE, E, SE.

La seguente fotografia ritrae i pontili interni del marina.

gaeta 9 base nautica pontili

Servizi

Colonnine per acqua e corrente elettrica.

Assistenza all’ormeggio.

Servizi igienici.

Docce.

Lavanderia.

Sommozzatore.

Cambusa a bordo.

Smaltimento oli esausti e batterie.

Smaltimento acque nere.

Raccolta differenziata rifiuti.

Per ulteriori informazioni andare al sito

Rifornimenti

Un distributore in banchina, appena all’ingresso del marina, in posizione comoda.

gaeta 10 distributore

Servizi a terra

La posizione del marina, come quella dell’ancoraggio precedentemente descritto, è molto comoda per fare cambusa e per una visita alla città vecchia.

In Corso Indipendenza (una stradina che corre parallelamente al lungomare, a N della Base Nautica) sono concentrati un gran numero di negozi dove fare una spesa completa e con prodotti di ottima qualità, a prezzi ragionevoli.

In particolare consiglio il caseificio Santa Lucia che vende ottimi formaggi e una mozzarella freschissima.

Alcune panetterie propongono una specialità locale, le tielle, ossia torte salate con un ripieno di polpo oppure di cicoria/biete.

Molti chioschi vendono ottima frutta e verdura.

Dopo le 17, all’arrivo delle barche da pesca, si possono trovare, lungo la passeggiata a mare, in prossimità di Porto Salvo, molte bancarelle che vendono pesce fresco.

Alle spalle dell’ingresso della Base Nautica, la gelateria Triestina propone ottimi gelati e un buonissimo semifreddo, lo spumone.

Abbiamo anche “collaudato” i buoni dolci della pasticceria Diamante, situata sul lungomare nei pressi dell’ingresso pedonale della Base Nautica.

Dove mangiare

Il maggior numero di locali e ristoranti è concentrato nella città vecchia, facilmente raggiungibile a piedi in un quarto d’ora circa.

Lì si troverà un’ampia scelta di ristoranti, trattorie e pizzerie.

Ricordo in particolare delle buone cene con cucina semplice ma gustosa e prezzi onesti alla trattoria Da Emilio , Via Annunziata 72, tel.+39 0771 463149. Per completezza ne ho segnalato il numero di telefono anche se il ristorante non accetta prenotazioni e l’unico modo di cenare qui nei (pochi) posti all’aperto è quello di affrettarsi ad arrivare.

Altri ancoraggi

Sulla prima immagine dal satellite dell’articolo ho indicato , con il simbolo dell’ancora, altri due ancoraggi adatti a tempo buono o ad una sosta temporanea per un bagno.

Ancoraggio di Spiaggia di Serapo

Ancorare preferibilmente verso la parte NW della insenatura compresa tra Punta del Diavolo e Punta della Trinità, appena a NE dello scoglio La Nave, su fondo di sabbia di 5-6 metri, evitando di avvicinarsi troppo a riva.

L’acqua è generalmente trasparente e invoglia al bagno.

L’ancoraggio, che si presta ad una sosta temporanea, è ampiamente esposto a venti da SW, S, SE, come lo dimostra la seguente fotografia scattata in un giorno di scirocco teso.

gaeta 11 spiaggia serapo

Ancoraggio di fronte alla città vecchia

Un ancoraggio piuttosto suggestivo si trova a NW del piccolo porto di Santa Maria precedentemente descritto.

Ancorare su 10-12 metri di fondo,dove approssimativamente indicato dal simbolo dell’ancora sulla prima immagine dal satellite dell’articolo.

Per la notte è comunque meglio trasferirsi in porto presso la Base Nautica, oppure all’ancora a N della Base Nautica, come descritto ampiamente in precedenza.

Cosa vedere a terra

Prima di tutto è consigliabile una visita alla Gaeta medioevale (città vecchia) ed in particolare al Tempio di San Francesco, al Castello Angioino-Aragonese e soprattutto al Santuario della Santissima Annunziata, che contiene al suo interno la notevole Cappella d’Oro, una cappella rinascimentale con volta a botte completamente ricoperta da cassettoni lignei intagliati e dorati.

Merita anche una visita il Parco Regionale Urbano di Monte Orlando, raggiungibile a piedi o in bus dal centro di Gaeta.

Una strada panoramica si inerpica sul Monte Orlando e offre begli scorci sulla Spiaggia di Serapo e sulla falesia a picco sul mare.

gaeta 12 monte orlando

Su Monte Orlando si trova anche il Santuario della Montagna Spaccata, una cappella incastonata in una spaccatura della falesia, di grande suggestione.

Per maggiori dettagli su cosa vedere a terra consulta il sito Girolando

gaeta 13 montagna spaccata

gaeta 14 santuario montagna spaccata

share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Letto 561 volte